Cardiobase
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa

Fragilità ed esiti clinici degli anticoagulanti orali diretti rispetto al Warfarin negli anziani con fibrillazione atriale


Il ruolo dei diversi livelli di fragilità nella scelta degli anticoagulanti orali per gli anziani con fibrillazione atriale non è ben definito.
Sono stati esaminati gli esiti degli anticoagulanti orali diretti ( DOAC ) rispetto al Warfarin ( Coumadin ) in base ai livelli di fragilità.

È stata condotta una analisi dei dati Medicare abbinata per punteggio di propensione, dal 2010 al 2017, tra beneficiari di Medicare con fibrillazione atriale che hanno iniziato l'uso di Dabigatran ( Pradaxa ), Rivaroxaban ( Xarelto ), Apixaban ( Eliquis ) o Warfarin.

L’endpoint era un composito di morte, ictus ischemico o sanguinamento maggiore in base ai livelli di fragilità, definito da un indice di fragilità.

Nella coorte Dabigatran - Warfarin ( n=158.730; follow-up mediano, 72 giorni ), il tasso di eventi per 1.000 anni-persona è stato pari a 63.5 per gli iniziatori di Dabigatran e 65.6 per gli iniziatori di Warfarin ( hazard ratio HR, 0.98; differenza di tasso RD, -2.2 ).
Per le persone non-fragili, prefragili e fragili, gli hazard ratio sono stati rispettivamente 0.81, 0.98 e 1.09.

Nella coorte Rivaroxaban - Warfarin ( n=275 944; follow-up mediano, 82 giorni ), il tasso di eventi per 1.000 anni-persona è stato pari a 77.8 per gli iniziatori di Rivaroxaban e 83.7 per gli iniziatori di Warfarin ( HR, 0.98; RD, -5.9 ).
Per le persone non-fragili, prefragili e fragili, gli hazard ratio sono stati rispettivamente 0.88, 1.04 e 0.96.

Nella coorte Apixaban - Warfarin ( n=218.738; follow-up mediano, 84 giorni ), il tasso di eventi per 1.000 anni-persona è stato pari a 60.1 per gli iniziatori di Apixaban e 92.3 per gli iniziatori di Warfarin ( HR, 0.68; RD, -32.2 ).
Per le persone non-fragili, prefragili e fragili, gli hazard ratio sono stati rispettivamente 0.61, 0.66 e 0.73.

Per gli anziani con fibrillazione atriale, Apixaban è risultato associato a più bassi tassi di eventi avversi a tutti i livelli di fragilità. Dabigatran e Rivaroxaban sono stati associati a tassi di eventi inferiori solo tra i pazienti non-fragili. ( Xagena2021 )

Kim HD et al, Ann Intern Med 2021; 174: 1214-1223

Cardio2021 Emo2021 Farma2021



Indietro